dimecres, 6 de juliol de 2011

Alda Merini, bogeria poètica


Aprofito una estada a Florència per dedicar uns quants posts a poetes italianes encara poc conegudes o traduïdes a casa nostra.

La gran Alda Merini va néixer el 1931 i va morir el 2008. Va començar a escriure i publicar molt aviat, malauradament la seva vida va estar marcada per greus problemes mentals, agreujats pels tractaments agressius de l'època.

No he trobat traduccions al català dels poemes de Merini. Per encetar-ne un tast copio versions originals d'alguns d'ells que no goso traduir, de moment. 


Il mio passato

Alda Merini

Spesso ripeto sottovoce
che si deve vivere di ricordi solo
quando mi sono rimasti pochi giorni.
Quello che e’ passato 
e’ come se non ci fosse mai stato.
Il passato e’ un laccio che
stringe la gola alla mia mente
e toglie energie per affrontare il mio presente.
Il passato e’ solo fumo
di chi non ha vissuto.
Quello che ho gia’ visto
non conta piu’ niente.
Il passato ed il futuro
non sono realta’ ma solo effimere illusioni.
Devo liberarmi del tempo
e vivere il presente giacche’ non esiste altro tempo
che questo meraviglioso istante.

Torna amore

Alda Merini

Torna amore
vela delicata e libera
che occupi
il pensiero della mia terra

sto morendo sulla grandiosità di un fiume
che è rosso di desiderio
e vorrebbe
travolgere il tuo amore.

Amore non dannarmi

Alda Merini

Amore non dannarmi al mio destino
tienimi aperte tutte le stagioni
fa che il mio grande e tiepido declino
non si addormenti lungo le pulsioni
metti al passivo tutte le passioni
dormi teneramente sul cuscino
dove crescono provvide ambizioni
d'amore e di passione universale,
toglimi tutto e non mi fare male.

2 comentaris:

Estonetes ha dit...

M´agrada molt el teu bolc, l´enllace amb el meu i et deixe este link per si vols donar un cop d´ull.
http://www.bubok.es/libros/204602/Poemes-i-cancons

Júlia ha dit...

Gràcies, Estonetes, m'ho miro.